Ritorna alla home page
         
   
LA LIBRERIA CONSIGLIA CONSIGLI DEI LETTORI BIBLIOGRAFIE

Il bello di una libreria è anche lo scambio di opinioni tra lettori.

Abbiamo provato a riproporre questi "colloqui" sul nostro sito, dove è possibile a chiunque segnalare un libro particolarmente apprezzato o visionare i consigli degli altri per conoscere nuovi mondi letterari.

Naturalmente sarà nostra cura fare in modo che i libri segnalati (e ancora in catalogo) siano disponibili in libreria!

Categorie dei libri consigliati
  • Altro (19)
  • Da NON leggere (20)
  • Per chi ama il brivido (15)
      AAmhHygLG (1)
      avyqoKfnG4 (1)
      Dodice casi dei Vedovi Neri (1)
      HVDHQ5nFNAR (1)
      il nascondiglio (1)
      KoydaI6xqV (1)
      lsAZUBLB (1)
      M69UHiNOW (1)
      rsEFe5tg0 (1)
      Subumani Finiti- Cronostoria di un Assassino (1)
      
    di Federico Pennese 
    Questa è un’anima persa, vagante, afflitta, distruttrice delle presenze reali. I ricordi si sovrappongono in un vortice inquietante, modellato con effusioni poetiche e remore di una vita massacrata da un drammatico fato. Un viaggio pilotato da demoni nella mente di un folle, attraversante la delicatezza dell’amore e l’influsso dell’odio più nero, che erode tutto ciò che incontra. Le speranze incontrate si bruciano lentamente e alla fine sfociano in un suicidio urlato. L’autore fa precipitare la storia in un non posto e in un non luogo. -Durante siffatti biechi concetti, l’unico a dedi-care concentrazioni al mio sfacelo è il genitore cielo, il quale azzarda un obbrobrioso monologo, invece di regalare spiegazioni: "Resto comoda-mente certo, che innegabilmente, per un reietto entrare a far parte della società, è più utopico di pretendere di scivolare via dagli strazianti cieli uccisi. Capisci? Eri seduto su una cattedra di miseria, implorando dagli ingressi di vetro un aiuto, oggi deporti nell'inferno miriadi di lacrime. In fondo, però pochi ricorderanno di te... " Ma che cazzo dice, questo stronzo!- Un opera sicuramente sopra le righe, al di fuori dei ca-noni tradizionali, straordinaria per la qualità poetica, scandalosa e a tratti immorale. L’autore tocca tasti di si-curo impatto sull’immaginario collettivo. Teneri ma ve-ramente malinconici i passaggi dove sono narrate le re-minescenze dell’amore, le descrizioni esaltano il valore nascosto delle parole e lasciano aperti interrogativi. -Tentacoli cingono con veemenza le sentinelle del mio olfatto, ti annuso. Sniffo, assorbo e prosciolgo senza successo quello che sei per me: un resoconto plasmato da confusioni, slanci, paure, tonfi, fragori, rabbie, sconquassi, affetti, delusioni, fierezze, perdoni, dialoghi, tentazioni, ossessioni, magrezze, tenerezze, pressioni. Troppo per essere godibile. Sciupati tra quelle vie di Ferrara con biciclette scassate, mentre ci affrettiamo per trovare una farmacia, per il tuo compleanno il regalo è una mostra al Palazzo Diamanti. Ricordo dell’interromperci davanti all’opera di Klimt e rimanere senza proferire. Affabilmente sorrido sornione e tasto la lana nei tuoi capelli neri, è qui il soave, sulle tue labbra. Aiutami a sanare desideri ancora in gioco, intuisci i quesiti domandati tra i mille spiriti, ho necessità di un bacio sulla fronte per placarmi, ti voglio. Il brivido scia fra la pelle e lamenta il divorzio con l’ardente, la pelle d'oca come valanga si accoccola sui tuoi capezzoli, come? A Ferrara in quella stanza d’albergo.- Interessante, questo è il mio giudizio, che emerge dopo aver letto un estratto di questo libro. Particolari e mai banali anche le poesie, che sono sapientemente utilizzate per alleggerire la struttura narrativa, che non si articola nei classici capitoli, ma in “istanti”. Un’opera completa composta anche da alcuni disegni, che si combinano con il resto formando un’eccezionale manifestazione artistica. -Nel modo in cui le uova assorbono atomi di calore, come le lampadine covano frammenti di bollore, l’assoluto disserra astratte simulazioni in mortali che smarriscono l’attitudine del fosco, l’assoluto schiava illogiche macchinazioni in uomini che perdono l’abitudine dell’oblio.- P.G.
     Patrizia Golino - pattygolino@libero.it
      XtVNAPolykys (1)
      y7kOJdGkT (1)
      yCizNZuE (1)
      YEkGkmCuDpBtw (1)
      ywBT02X4 (1)
  • Per chi ama immergersi in altre epoche (16)
  • Per chi ama la tavola (16)
  • Per chi ama le storie impossibili (15)
  • Per chi apprezza l'arte (16)
  • Per chi cerca l'illuminazione (9)
  • Per chi sa apprezzare la buona letteratura (19)
  • Per chi sta crescendo (12)
  • Per chi sta dalla parte dell'altro (16)
  • Per chi vuole conoscere altri popoli (22)
  • Per chi vuole ridere (14)
  • Per chi vuole saperne di più (13)
  • Per chi vuole svagarsi (15)
  • Per i piccoli lettori (17)
  • Per lettori curiosi e onnivori (13)
  • Recensiti sulla Newsletter nella rubrica e-letti (28)

  • Consiglia un libro
     Titolo del libro  Autore  
     Commento
     Consigliato per
     Nome  email*  
    Per favore, inserirsci qui il codice 

    Newsletter

    Il libro del mese

    In evidenza

    Gli appuntamenti

    Home