Ritorna alla home page
         
   
LA LIBRERIA CONSIGLIA CONSIGLI DEI LETTORI BIBLIOGRAFIE

Il bello di una libreria è anche lo scambio di opinioni tra lettori.

Abbiamo provato a riproporre questi "colloqui" sul nostro sito, dove è possibile a chiunque segnalare un libro particolarmente apprezzato o visionare i consigli degli altri per conoscere nuovi mondi letterari.

Naturalmente sarà nostra cura fare in modo che i libri segnalati (e ancora in catalogo) siano disponibili in libreria!

Categorie dei libri consigliati
  • Altro (28)
  • Da NON leggere (20)
  • Per chi ama il brivido (15)
  • Per chi ama immergersi in altre epoche (16)
  • Per chi ama la tavola (16)
  • Per chi ama le storie impossibili (15)
  • Per chi apprezza l'arte (16)
  • Per chi cerca l'illuminazione (9)
  • Per chi sa apprezzare la buona letteratura (19)
  • Per chi sta crescendo (12)
  • Per chi sta dalla parte dell'altro (16)
  • Per chi vuole conoscere altri popoli (22)
  • Per chi vuole ridere (14)
  • Per chi vuole saperne di più (13)
  • Per chi vuole svagarsi (15)
  • Per i piccoli lettori (17)
  • Per lettori curiosi e onnivori (13)
  • Recensiti sulla Newsletter nella rubrica e-letti (28)
      5ixNMJ5uo (1)
      7vONNeXw (1)
      98Mzuddew8 (1)
      Buio d'amore (1)
      Cemento... armato (1)
      
    di Jacopo Chiostri 
    Cemento... armato è la mia opera prima. Si tratta di un ‘poliziesco’ e, nelle mie intenzioni, di un poliziesco sui generis. Infatti, già nelle prime pagine si risolve la questione centrale di buona parte dei libri di questo genere: si sa subito chi è l’assassino. Questa mia scelta narrativa è dovuta all’insofferenza che avverto per la consuetudine - invero riduttiva - di coinvolgere il lettore con la curiosità di sapere chi è l’assassino, un metodo probabilmente accettabile per un genere d’intrattenimento, ma, a mio parere, sconveniente per un’opera letteraria che dovrebbe dare di più a chi la legge. “Cemento... armato” è prima di tutto una storia dei nostri giorni, una storia possibile e attuale, dove s’intrecciano casualmente storie di uomini normali con quelle di altri che hanno scelto di vivere secondo le proprie regole; nella vicenda non ci sono eroi, ma uomini - tra cui il protagonista, il Capo della Mobile fiorentina, il commissario Giandomenico Giusti - che compiono il proprio dovere con scrupolo e passione, senza peraltro illudersi di cambiare il mondo in cui vivono, con dubbi, perplessità, rabbia e debolezze e si trovano a fare i conti anche con coloro che dovrebbero dare il proprio esempio e invece... e che, alla fine, si trovano magari con qualche boccone indigesto da buttar giù. In “Cemento... armato”, in definitiva, non ci sono vincitori che trionfano, e la conclusione è all’insegna di un (in)sano pragmatismo e di un esemplare applicazione dell’arte del compromesso. Il libro ruota intorno a un’indagine che parte da un delitto a Firenze con vittima un giovane rigattiere armato di molti ideali, un delitto di dubbia decifrazione, dal quale però il commissario Giusti muove per dipanare una matassa che porta molto lontano, fino a collegare questo, che sembrava un banale omicidio, magari per motivi di gelosia, con la grande criminalità e con la politica corrotta, che, a sua volta, corrompe. Alla fine dei conti, i morti sono cinque o sei, e a uccidere è il crimine organizzato e sanguinario, che uccide perché questo è il copione, con una ferocia banale, purtroppo molto attuale. Sullo sfondo della vicenda c’è un villaggio turistico che si costruisce sulla costa; che si costruisce - si saprà - grazie alla modifica di una legge - L. 18/2005 “Legge Salvacoste” dell’ 8 dicembre 2005 - nata al contrario per tutelare i nostri litorali dalla cementificazione selvaggia; c’è anche una giovane donna molestata dal datore di lavoro che muore in un incidente di auto mentre si allontana dal luogo di lavoro e dal suo molestatore, il quale - guarda caso - è uno degli imprenditori collusi con l’organizzazione mafiosa che, grazie anche alla copertura di un sottosegretario ricattato, investe il proprio denaro nella costruzione in questo villaggio, Marina Bianca plages sulla costa maremmana; c’è un gruppo di giovani ardimentosi decisi a impedire la costruzione del villaggio (ma pure loro alla fine scenderanno ad un compromesso) e a dare uno scopo, sia pure simbolico, alla morte della giovane donna, una di loro. L’altra quinta del racconto è Firenze, una città che il commissario Giusti percorre in lungo e largo, cercando di proteggersi dal freddo con una sciarpa troppo corta per essere annodata correttamente, ed entrando nelle sue chiese, nei suoi bar, incontrando i suoi personaggi, quelli altolocati che si riuniscono nei circoli esclusivi, ma anche i barboni e gli umili, il tutto sotto l’occhio complice e allegro di Gloria Massetani, la sua fidanzata alla quale sono dedicati gli ultimissimi righi del libro...: ‘Prima di entrare in camera, il commissario da fuori si fermò a guardare la donna. Era come se la vedesse per la prima volta, la guardò non più come una minaccia: era una donna, una possibile compagna. Non fece nulla per tirare indentro la pancetta, capiva che non contava più, voleva provare a essere accettato per quello che era. Realmente. “Arrivo. Prima, volevi dirmi qualcosa?”. “Volevo dirti sì, che io è te che voglio, con le tue manie, la tua pancetta, e vuoi sapere perché? Perché mi accontento. E soprattutto, perché sono innamorata”.
     Jacopo Chiostri -
      eegmFjIQ (1)
      Il caso sbagliato (1)
      Il libraio sotterraneo (1)
      IY5qiQ2Pkdu9 (1)
      JhbiAdgrI (1)
      Kemal Atatürk. Il fondatore della Turchia moderna (1)
      L'erranza (1)
      L'Europa raccontata da Jacques Le Goff (1)
      La porta (1)
      La separazione del Maschio (1)
      La storia di un matrimonio (1)
      Mattia Saba (1)
      mItbTplVP9C (1)
      NkAjjbEYthYo (1)
      PYQxrech05L (1)
      s3kOqT5JPu8 (1)
      Sangue Solo (1)
      Scienza e sentimento (1)
      tp6QJIae1j0e (1)
      Un amore supremo (1)
      Uomo nel buio (1)
      Vz7rAcBax (1)
      xy7eUV0NUSs (1)

  • Consiglia un libro
     Titolo del libro  Autore  
     Commento
     Consigliato per
     Nome  email*  
    Per favore, inserirsci qui il codice 

    Newsletter

    Il libro del mese

    In evidenza

    Gli appuntamenti

    Home