Ritorna alla home page
         
   
LA LIBRERIA CONSIGLIA CONSIGLI DEI LETTORI BIBLIOGRAFIE

Il bello di una libreria è anche lo scambio di opinioni tra lettori.

Abbiamo provato a riproporre questi "colloqui" sul nostro sito, dove è possibile a chiunque segnalare un libro particolarmente apprezzato o visionare i consigli degli altri per conoscere nuovi mondi letterari.

Naturalmente sarà nostra cura fare in modo che i libri segnalati (e ancora in catalogo) siano disponibili in libreria!

Categorie dei libri consigliati
  • Altro (29)
  • Da NON leggere (20)
  • Per chi ama il brivido (15)
  • Per chi ama immergersi in altre epoche (16)
  • Per chi ama la tavola (16)
  • Per chi ama le storie impossibili (15)
  • Per chi apprezza l'arte (16)
  • Per chi cerca l'illuminazione (9)
  • Per chi sa apprezzare la buona letteratura (19)
  • Per chi sta crescendo (12)
  • Per chi sta dalla parte dell'altro (16)
  • Per chi vuole conoscere altri popoli (22)
  • Per chi vuole ridere (14)
  • Per chi vuole saperne di più (13)
  • Per chi vuole svagarsi (15)
  • Per i piccoli lettori (17)
  • Per lettori curiosi e onnivori (13)
  • Recensiti sulla Newsletter nella rubrica e-letti (28)
      5ixNMJ5uo (1)
      7vONNeXw (1)
      98Mzuddew8 (1)
      Buio d'amore (1)
      Cemento... armato (1)
      eegmFjIQ (1)
      Il caso sbagliato (1)
      Il libraio sotterraneo (1)
      IY5qiQ2Pkdu9 (1)
      JhbiAdgrI (1)
      Kemal Atatürk. Il fondatore della Turchia moderna (1)
      L'erranza (1)
      L'Europa raccontata da Jacques Le Goff (1)
      La porta (1)
      La separazione del Maschio (1)
      La storia di un matrimonio (1)
      Mattia Saba (1)
      mItbTplVP9C (1)
      NkAjjbEYthYo (1)
      PYQxrech05L (1)
      s3kOqT5JPu8 (1)
      Sangue Solo (1)
      Scienza e sentimento (1)
      tp6QJIae1j0e (1)
      Un amore supremo (1)
      Uomo nel buio (1)
      
    di Paul Auster 
    Una storia creata e tante storie vere per August Brill, critico letterario ed autore costretto a letto da un incidente alla gamba e dai suoi 72 anni. E’ insonne al buio, e occupa la mente per mettere da parte le preoccupazioni affettuose legate alla figlia Miriam, divorziata ed alla nipote Katya tormentata dalla morte in Iraq del suo ex fidanzato e sua instancabile compagna di maratone cinematografiche mattutine su grandi capolavori, che commentano insieme. Il modo in cui si tiene occupato è creare storie: lo vediamo creare quella di Owen Brick, catapultato nell’ America in guerra di un mondo parallelo con un compito terribile. Sapremo anche come finisce questa storia e quali altre ha in mente. Ma conosceremo anche le storie di Miriam, di Katya e di Titus –l’ex fidanzato- e parteciperemo alle originali discussioni su ‘Viaggio a Tokio’, ‘Ladri di Biciclette’ ‘La grande illusione’ ‘Apu’. Conosceremo la storia del suo amore per la moglie morta da poco, sposata, lasciata e poi riconquistata fino alla fine della vita. La sensazione più bella è quella di ‘sbirciare’ sulla genesi di un racconto: Auster ci lascia assistere, come in un piccolo corso di scrittura creativa ‘in diretta’ alla nascita ed all’evoluzione di un racconto stupendoci ancora una volta per capacità creativa, scorrevolezza, densità di contenuto. Chiuso questo libro mi sono ritrovato a pensare che se dovessi ad un non-lettore da quale cominciare, gli suggerirei i titoli di Paul Auster: Moon Palace, Mr. Vertigo, Leviatano, Trilogia di New York. E questo, naturalmente. Una storia creata e tante storie vere per August Brill, critico letterario ed autore costretto a letto da un incidente alla gamba e dai suoi 72 anni. E’ insonne al buio, e occupa la mente per mettere da parte le preoccupazioni affettuose legate alla figlia Miriam, divorziata ed alla nipote Katya tormentata dalla morte in Iraq del suo ex fidanzato e sua instancabile compagna di maratone cinematografiche mattutine su grandi capolavori, che commentano insieme. Il modo in cui si tiene occupato è creare storie: lo vediamo creare quella di Owen Brick, catapultato nell’ America in guerra di un mondo parallelo con un compito terribile. Sapremo anche come finisce questa storia e quali altre ha in mente. Ma conosceremo anche le storie di Miriam, di Katya e di Titus –l’ex fidanzato- e parteciperemo alle originali discussioni su ‘Viaggio a Tokio’, ‘Ladri di Biciclette’ ‘La grande illusione’ ‘Apu’. Conosceremo la storia del suo amore per la moglie morta da poco, sposata, lasciata e poi riconquistata fino alla fine della vita. La sensazione più bella è quella di ‘sbirciare’ sulla genesi di un racconto: Auster ci lascia assistere, come in un piccolo corso di scrittura creativa ‘in diretta’ alla nascita ed all’evoluzione di un racconto stupendoci ancora una volta per capacità creativa, scorrevolezza, densità di contenuto. Chiuso questo libro mi sono ritrovato a pensare che se dovessi ad un non-lettore da quale cominciare, gli suggerirei i titoli di Paul Auster: Moon Palace, Mr. Vertigo, Leviatano, Trilogia di New York. E questo, naturalmente.
     Gianfranco Troccoli -
      Vz7rAcBax (1)
      xy7eUV0NUSs (1)

  • Consiglia un libro
     Titolo del libro  Autore  
     Commento
     Consigliato per
     Nome  email*  
    Per favore, inserirsci qui il codice 

    Newsletter

    Il libro del mese

    In evidenza

    Gli appuntamenti

    Home